Psicologia di strada

  • 17
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il termine Psicologia di Strada e di Quartiere non vuole essere un brand, non cioè una nuova categoria spendibile in termini di mercato, ma ben altro; si rifà ad alcune concettualizzazioni e teorie psicologiche e socioantropologiche che troverete descritte più avanti. Ad oggi non esiste un unico modello od una teoria di riferimento esaustiva. Le procedure operative sono ben consolidate, circa 25 anni di esperienza, ma la concettualizzazione è in divenire.
Il lavoro che offriamo, come stimolo, consiste di articoli, partecipazioni a convegni, ricerche e dubbi/domande che continuamente tornano in scena.
Psicopoint entra in questo flusso ed in questa tradizione, ancor oggi prevalentemente orale, nel 2003 con il contributo volonatario dei suoi soci.
Tutto inizia con la collaborazione al Progetto speciale del Dipartimento di Salute Mentale dell’ex ASL 7 oggi ASL TO4, denominato ” Un Antenna Locale sull’uso degli Eccitanti Entactogeni”.
Gli autori di quel progetto: Renzo Rolando – Psicologo e Psicoterapeuta – e Carlo Favero – Animatore Educatore – rimangono tutt’oggi, a nostro parere, due dei massimi esperti del campo.
Intervento Antenna locale, Convegno Como 2004
Interventocomo2004

Articolo: Dalle dimensioni “affettive” e “politiche” allo sviluppo concreto della psicologia di strada in Psichiatria ed Informazione, 1-2006, Silvio Zamorani Editore, Torino.

Dalledimensioniaffettive

Nel corso del 2005, con delibera aziendale (ex ASL 7, oggi ASL TO4), Antenna Locale si trasforma in A.N.T. azioni Nel Territorio. Nel nuovo assetto a fianco del DSM e dell’Associazione si schiera anche il Ser.T. di Settimo Torinese, questo in virtù di un anno e mezzo di integrazione operativa con l’equipe di lavoro di strada del Ser.T. SAT Collisioni avvenuta fin dal 2004.

Intervento inviato al Xth European Congress of Psychology,July 2007, Prague, Czech Republic (Materiale in Inglese) united-kingdom

slidepraga

abstractpraga


  • 17
  •  
  •  
  •  
  •  
  •